Patrimonio

Nel 2005 l'Associazione La Città del Sole - Amici del parco Trotter, in collaborazione con il comitato genitori - insegnanti,  ha inteso celebrare gli 80 anni di una scuola fiore all'occhiello della politica scolastica milanese. Lo ha fatto mediante la produzione di una mostra e di un libro che raccontano la storia della scuola fino ai giorni d'oggi.  Il libro e la mostra è stato possibile realizzarli grazie all'esistenza di due tipi di fonti:                                                                                   

- i testimoni -  ex studenti, ex insegnanti, ex direttori didattici - che numerosi e con grande entusiasmo ci hanno raccontato il Trotter dei loro anni facendoci dono di prezioso materiale documentario (immagini, quaderni, giornalini, qualche pagella, un video in superotto....);                

- l'archivio scolastico, contenente una grande quantità di documenti di tipo amministrativo e didattico raccolti in faldoni che risalgono - i primi - alla fine degli anni '20. Il materiale che vi si può trovare è di questo tipo: contabilità della scuola, registri scolastici con nome degli allievi e indicazione della loro provenienza geografica e sociale, elenco delle spese, progetti didattici, corrispondenza tra direttore e docenti, direttore e comune sui problemi strutturali dell'istituto, ecc.

Altro materiale si trova nelle biblioteche private di docenti e genitori (nonché l'archivio comunale e la stessa biblioteca comunale di Milano, sita in palazzo Sormani). Si tratta di materiale fotografico risalente agli anni '30 che testimonia l'attività didattica della scuola, dei giornali realizzati all'interno della scuola dai bambini, di giornali cittadini e nazionali che raccontano l'esperienza della scuola, di materiale didattico vario (ad esempio le tessere di iscrizione alle cooperative, disegnate e stampate dai bambini), delle planimetrie dei padiglioni, ecc.

L'impegno a  ricostruire la storia   della Casa del Sole iniziato nel 2005 con la mostra e il libro oggi continua con il progetto di recuperare l'agibilità di un luogo importante dell'intero complesso del parco della scuola - l'edificio denominato "Stanza delle scoperte" - per farne la sede dell'archivio storico della scuola dove sia possibile conservare tutto il materiale documentario, catalogarlo e restituirlo alla fruizione degli studiosi (per la ricerca), degli studenti (per la didattica d'archivio) dei cittadini (per la conservazione della memoria di  un luogo importante della città come la scuola all'aperto Casa del Sole).

Archivio cartaceo.

Archivio fotografico.